designed by roberto polito

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home

La crisi: genesi

Email Stampa PDF

Cosa accade quando un gruppo di finanzieri d'assalto, sostenuto da grosse banche d'affari internazionali come la Merril Linch o la JP Morgan e gli hedge funds, si uniscono per speculare al ribasso, con operazioni di short selling o tramite l'utilizzo di strumenti derivati? cosa succede se queste medesime forze si coalizzano e agiscono utilizzando nelle loro operazioni una leva finanziaria di anche 43 volte il loro capitale effettivo e, oltretutto, senza una classe politica che ponga freni a questo tipo di operazioni, tramite gli organi preposti alla vigilanza dei mercati finanziari, quali la S.E.C: per l'America  e la Consob per l'Italia?
Il risultato di tutto questo "sistema complesso" lo vediamo tutti ogni giorno quando andiamo a fare la spesa e i soldi nel portafoglio non bastano, neanche per comprare un tozzo di pane,  quando andiamo a cercare un lavoro e non lo troviamo, quando chiediamo sostegno economico allo stato o, per lo meno ci aspettiamo delle manovre di politica pubblica di emergenza, e come risposta dallo stato riceviamo: NON CI SONO SOLDI, IL DEBITO PUBBLICO E' ALLE STELLE, NON CI SONO NEANCHE I SOLDI PER RIPAGARE I TITOLI DI STATO ....anche lo stato sta per fallire, ma come siamo arrivati a tutto ciò? da dove è arrivata la crisi? qual'è stata la sua genesi? Negli anni 80 la finanza mondiale si limitava all'insider trading ( ossia allo sfruttamento di informazioni riservate, per ricavarne un profitto economico in borsa) e a qualche speculazione tramite gli junk bond (Michael  Millken docet..), tutto ciò era moralmente riprovevole, ma l'impatto di queste operazioni era molto limitato, dagli anni 90 in poi la finanza si è "evoluta" portando sulla cresta dell'onda le banche d'affari internazionali, ossia banche che al contrario di quelle creditizia (che espletano semplicemente dei mutui per le famiglie) si occupano prevalentemente di investimenti azionari,obbligazionari e di fusioni e acquisizioni di grosse società, poi sono arrivati gli hedge funds, ossia fondi altamente speculativi che investono prevalentemente in prodotti derivati, voi vi chiederete cosa potranno mai provocare queste istituzioni? sono poi così pericolose? vorrei far presente ai lettori che ci sono banche d'affari internazionali, tipo la goldman, sachs che annualmente producono un utile pari al prodotto interno lordo di uno stato....e che sempre negli fine degli anni 90 un gruppo di hedge funds speculando in leva e anche grazie all'ìaiuto di ungrosso finanziere d'affari come George Soros sono riusciti ad affossare la sterlina inglese e ad "umiliare" la banca centrale d'Inghilterra, in poche parole queste istituzioni finanziarie hanno un potere economico tale da poter decidere un giono di poter affossare una nazione con poche operazioni finanziarie e non c'è banca centrale o organismi internazionali come il FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE o la WORLD BANK  che possano contrastarli, voi vi chiederete che senso ha affossare l'economia di una nazione? che se senso ha far crollare una borsa? la risposta è molto semplice.... ci sono degli strumenti finanziari di investimento, come le opzioni put plain vanilla o i covered warrant  put o la vendita allo scoperto delle azioni,  che crescono di valore tanto quanto un titolo o un indice finanziario in borsa va male, per cui  quanto più la borsa crolla e l'economia va in recessione, tanto più le grosse banche d'affari internazionali e gli hedge funds si arricchiscono, forse non lo sapete, ma mentre il 99% della popolazione mondiale ora ha difficoltà ad arrivare a fine mese in California ci sono dei rappresentanti di queste istituzioni che si sono da poco comprati ville di diversi milioni di euro, grazie a questa crisi.
Questa era solo una piccola introduzione, perchè la crisi non è nata dal semplice abuso di questi strumenti finanziari, questa volta le istituzioni ce l'hanno messa davvero tutta e si sono inventati una macchinazione infernale per inserire nella mega truffa anche le banche creditizie, cosa è successo? tutto nasce nel 2008 in America; i soggetti coinvolti sono 4: gli hedge funds,le banche creditizie,dei poveri disgraziati che cercavano un mutuo per comprarsi una casa,e le banche d'affari internazionali......    le banche creditizie proponevano mutui per poter comprare le case ai cittadini, anche a quelli che non avevano i soldi per poterselo permettere, alle banche creditizie non servivano garanzie,i mutui erano solo un artificio contabile  all'interno di una macchinazione più complessa che spiegherò in seguito, per cui le banche creditizie americane cercavano solo di concedere più mutui possibili a prescindere dalla capacità o meno della capacità di rimborso del mutuo, gli impiegati bancari addirittura andavano porta a porta a cercare clienti a cui concedere il mutuo ( per farvi capire la portata dell'evento) ,una volta che la banca creditizia americana ha accumulato un notevole numero di mutui ha  venduto questo pacchetto di mutui ad una banca d'affari internazionale, la banca d'affari internazionale ha messo al lavoro il suo team di ricerca e sviluppo, ossia un gruppo di secchioni specializzati in finanza matematica con master in matematica avanzata, preso nelle migliori università della terra, tramite artifici contabili ha inserito questo pacchetto di mutui ( dal valore praticamente nullo, visto che cmq i cittadini che lo avevano stipulato erano quasi tutti privi della capacità di rimborso) in un pacchetto di strumenti derivati occultando il vero valore di questi mutui e ha rivenduto l'intero pacchetto agli hedge funds che lo ha usato come garanzia ( una garanzia che di fatto non esiste, perchè il valore dei mutui, all'interno del pacchetto di strumenti derivati, è praticamente nullo) per poter avere avere una leva maggiore negli investimenti, così l'hedge funds prima poteva investire per un capitale che corrispondeva a 10 volte quello che era il suo capitale effettivo ora poteva investire anche per 40 volte, creando instabilità nel sistema finanziario che ha avuto effetti su tutto il mondo, solo che questo trucchetto contabile ha avuto efficacia limitata e temporale.... perchè le banche credevano che una volta scaduti i mutui, anche se il cittadino non poteva pagalrlo, si potevano rifare sulla casa pignorata,ma non avevano tenuto conto che il numero di mutui concessi erano stati milioni e così anche le case finite nel portafoglio della banche; questo ha causato un eccesso di offerta nella vendita di immobili in America che ha causato una svalutazione di quest'ultimi anche del 70%, per cui anche le varie iestituzioni finanziarie hanno avuto grossi problemi, difatti molte banche hanno dovuto chiedere aiuti statali per non fallire, vorrei far solo presente che in 6 mesi nel 2008 sono fallite 120 banche, in poche parole questo sistema speculativo si è rivoltato anche su chi lo aveva creato, tutta questa catastrofe sarebbe potuta accadare con uno stato presente? ai posteri l'ardua sentenza...

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Novembre 2011 15:15  

Commenti  

 
0 #1 Philos 2011-11-27 17:39
E' la perfetta sintesi di quello che è successo nel 2008.
La bolla dei sub prime è un aspetto dell'eredità che ci hanno lasciato gli speculatori di borsa: adesso, purtroppo, siamo alla crisi dell'Euro!
Oramai, o ci sarà l'unione fiscale e politica europea o soccomberà l'intera aerea euro disintegrandosi nei vari statarelli.
Purtroppo sia in Italia che nel resto d'europa i politici non comprendono quello che accade nel mondo, non hanno programmazione e non esercitano nessun controllo neppure con le Authority preposte.
Inoltre, le riforme che supermario adotterà saranno recesive e deprimeranno l'economia che sarà sempre di più asfittica. Sono ben altre le misure per la crescita, a mettere nuove tasse è facile....
Ciao
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

BANNER NON COMMERCIALI
Banner
Banner
Banner
Banner

GTranslate

Chi è online

 7 visitatori online

News